[MEDD dipartimento didattico]

 

Le domande dei bambini sull’arte, a volte, sono un po’ terrificanti: -“Cos’è questo coso?” -“Ma che significa?” -“E perché mi avete trascinato in un posto pieno di quadri appesi alle pareti?”  L’arte contemporanea poi, viene trattata un po’ come l’educazione sessuale: -“…Lo capirai da grande” -“…E’ roba complicata, per adulti” -“…Perché non te lo fai spiegare dalla mamma”. Sono frasi che chiunque abbia lavorato nella didattica dell’arte ha sentito almeno una volta.  Ma siamo davvero sicuri che le cose stiano proprio così?   L’arte contemporanea è così lontana dalla sensibilità di bambini e ragazzi.  Così poco interessante per gli studenti? Il MEDD, il dipartimento didattico del Museo Emblema, fa di queste domande il punto di partenza della propria strategia educativa.   Si può rispondere a tutto, ma a volte, non solo con le parole.   Noi sfruttiamo ogni mezzo utile per far comprendere cosa sia l’arte. Usiamo un theremin, spacchiamo nanetti di gesso a martellate, leggiamo poesie a ritmo di musica. Cose che apparentemente non c’entrano niente con un quadro di Emblema ma che invece aiutano a metterne a nudo l’essenza.

+

[open day 2017]

il Medd a lavoro

[Medd – Kit] 

per ricevere il medd-kit scrivi a didattica@salvatoreemblema.it

 

[Medd – dipartimento didattico]

I nostri laboratori didattici!